Pages: [1]   Go Down
Print
Author Topic: Siti di unict scandenti  (Read 2915 times)
0 Members e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
JF
Apprendista Forumista
**
Offline Offline

Gender: Male
Posts: 383



WWW
« on: 28-10-2008, 14:34:11 »

Molti siti web dell'università sono di qualità piuttosto scadente. La stessa home www.unict.it non rispetta la DTD dichiarata e non valida al w3c, ma sono soprattutto i pannelli di controllo che mi lasciano perplesso.

Il portale CEA ha avuto una caterva di problemi... basta dare un'occhiata al vecchio forum. Ogni tanto spariva il menu, ogni tanto qualche sezione non funzionava o la login non appariva, qualche volta intere caselle di posta di vari studenti (me incluso) sono magicamente sparite nel nulla. E nessuna replica arrivò alle segnalazioni degli studenti. D'altro canto, lo stesso sito web del CEA (www.cea.unict.it), che contiene una semplice tabella, non valida al W3C.

Poi arrivò il pannello di gestione delle domande Erasmus, offrendo tutta una serie di chicche informatiche... dalla non completa accessibilità, al javascript con qualche errore, al questionario online che non salvava nulla dei passi precedenti. E ovviamente non valida.

Recentemente qualcuno si è lamentato anche del pannello di controllo delle domande di dottorato. Sia questo (ugmanager) che quello per l'Erasmus (socratesmanager) sono della Infotouch, azienda che in una pagina del proprio sito vanta "la realizzazione di SW in ASP (Application Service Provider), tecnologia che oggi garantisce la sicurezza dei dati aziendali e l'assoluta funzionalità degli applicativi, accessibili da qualsiasi connessione web". Niente di più falso... In pochi giorni di utilizzo, tra ugmanager e portale CEA, abbiamo collezionato:
  • il pagamento online genera due ID distinti e non uno;
  • se un ID viene pagato, nella sezione versamenti risulta pagato l'altro (quello sbagliato);
  • dopo il pagamento online, spesso occorre eliminare i cookies e fare nuovamente la login per rientrare nel portale
  • manca l'integrazione tra i due sistemi: se nella sezione dottorato si clicca su di un ID, occorre inserire nuovamente i dati del pagamento (era scritto proprio sul bottone di submit!) e il codice fiscale;
  • ugmanager non è stato reperibile per lungo tempo tramite firefox perchè quando il sito mandava la homepage, nell'instestazione http veniva dichiarato l'invio di una immagine e non di testo html (bug appena corretto);
  • ugmanager non valida al W3C (non ha nemmeno un DTD);
  • il captcha al login contiene il valore corretto dentro il javascript (qual è la funzione di un captcha se contiene esso stesso la soluzione in chiaro??);
  • per ogni modifica alla domanda, occorre fare un nuovo login su ugmanager;
  • invece di generare una ricevuta in pdf, la ricevuta va stampata solo col browser (ovvero se su win non si ha una stampante virtuale, si può salvare la ricevuta solo in .prn!)
  • ...
Ovviamente alla maggior parte dei problemi l'assistenza tecnica risponde "provi con Internet Explorer"... Ma quello che fa rabbia è che tutto questo noi l'abbiamo pagato. Con i nostri soldi. E la legge Stanca? Vorrei ricordare che la legge dice che i siti istituzionali devono essere accessibili. E un sito senza nemmeno DTD, che invia header http errati, non ha alternative al captcha visuale e ogni tanto ha bisogno di essere usato con IE per degli errori, non è affatto accessibile. E per legge questo può rendere nullo il contratto con la Infotouch. Insomma, possiamo risparmiare questi soldi mal spesi!

E poi, un pizzico di rabbia... Noi (informatici) sapremmo fare molto meglio. Ogni anno centinaia di ragazzi studiano web programming, usabilità, progetto software... Non sarebbe ideale convogliare tutti questi sforzi su di un portale fatto come si deve? Sarebbe praticamente gratuito (noi studenti le materie le dobbiamo fare comunque), sarebbe un'ottima palestra didattica e l'università avrebbe dei siti come si deve.

Magari intervengono molte scelte politiche... ma dovremmo iniziare a far sentire la nostra voce!
Logged

ɹǝǝuıƃuǝsɹǝʌǝɹ
Administrator
God of the Forum
*****
Offline Offline

Gender: Male
Posts: 4.474


Più grande è la lotta, e più è glorioso il trionfo


WWW
« Reply #1 on: 28-10-2008, 19:54:25 »

Non sarebbe ideale convogliare tutti questi sforzi su di un portale fatto come si deve? Sarebbe praticamente gratuito (noi studenti le materie le dobbiamo fare comunque)
Scusami veramente scusami, perché apprezzo il tuo tentativo di rendere il mondo un posto migliore, ma io continuerò a ripetere che come tali lavori sono stati pagati a chi ha creato tali portali/siti, non vedo perché noi non dovremmo essere pagati per le ORE che spenderemmo per rendere il sito/portale un oggetto conformante agli standard.
W il lavoro retribuito. Abbasso il lavoro gratuito. Specialmente ora che c'è il precariato.

Quote
Magari intervengono molte scelte politiche... ma dovremmo iniziare a far sentire la nostra voce!
Su questo sono d'accordo. Si può pensare (mia personalissima ipotesi) di creare una sede per la valutazione oltre al banale confronto del voto con cui le materie da te a inizio post citato sono state approvate (test breve, comunque, come un test d'ammissione per corsi a numero chiuso) e selezionare i migliori per affidare loro a pagamento i lavori di sistemazione dei siti (non necessariamente a prima vista) problematici.

Ciao .
Logged

La grande marcia della distruzione mentale proseguirà. Tutto verrà negato. Tutto diventerà un credo. È un atteggiamento ragionevole negare l'esistenza delle pietre sulla strada; sarà un dogma religioso affermarla. È una tesi razionale pensare di vivere tutti in un sogno; sarà un esempio di saggezza mistica affermare che siamo tutti svegli. Accenderemo fuochi per testimoniare che due più due fa quattro. Sguaineremo spade per dimostrare che le foglie sono verdi in estate. Non ci resterà quindi che difendere non solo le incredibili virtù e saggezze della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile: questo immenso, impossibile universo che ci guarda dritto negli occhi. Combatteremo per i prodigi visibili come se fossero invisibili. Guarderemo l'erba e i cieli impossibili con uno strano coraggio. Saremo tra coloro che hanno visto eppure hanno creduto.

In tutto, amare e servire.

  
                            ن                           
I can deal with ads,
I can deal with buffer,
but when ads buffer
I suffer...

...nutrimi, o Signore, "con il pane delle lacrime; dammi, nelle lacrime, copiosa bevanda...

   YouTube 9GAG    anobii  S  Steam T.B.o.I. Wiki [univ] Lezioni private  ʼ  Albo d'Ateneo Unicode 3.0.1
Usa "Search" prima di aprire un post - Scrivi sempre nella sezione giusta - Non spammare - Rispetta gli altri utenti - E ricorda di seguire il Regolamento
JF
Apprendista Forumista
**
Offline Offline

Gender: Male
Posts: 383



WWW
« Reply #2 on: 28-10-2008, 20:21:07 »

Non sarebbe ideale convogliare tutti questi sforzi su di un portale fatto come si deve? Sarebbe praticamente gratuito (noi studenti le materie le dobbiamo fare comunque)
Scusami veramente scusami, perché apprezzo il tuo tentativo di rendere il mondo un posto migliore, ma io continuerò a ripetere che come tali lavori sono stati pagati a chi ha creato tali portali/siti, non vedo perché noi non dovremmo essere pagati per le ORE che spenderemmo per rendere il sito/portale un oggetto conformante agli standard.
Sì ma
  • A meno di non andare davvero per vie legali, se non offri a chi di competenza un'alternativa a costo zero dubito che paghi nuovamente il lavoro per un prodotto migliore
  • I selezionati vengono pagati, e gli altri? Pagano (la seconda volta) per tutti. Ripeto, tanto il lavoro per le materie lo dobbiamo fare... Invece di fare progetti che il più delle volte cadono nel dimenticatoio, sarebbe anche + istruttivo per noi...
  • TEORICAMENTE per questo tipo di lavori pubblici ci vorrebbe un appalto... Mi sbaglio? Credo che, per motivi legali, non avremmo titolo di parteciparvi

Quote
W il lavoro retribuito. Abbasso il lavoro gratuito. Specialmente ora che c'è il precariato.
A parte il caso in questione, quoto  ok
Logged

Fr3d3R!K
Forumista Eroico
*****
Offline Offline

Gender: Male
Posts: 2.463



« Reply #3 on: 28-10-2008, 21:27:34 »

nonostante sono a favore del lavoro retribuito, stavolta mi devo schierare dalla parte di j in quanto anche per me sarebbe una buona idea:
-farlo come progetti, tesine e chissachealtro;
-proporlo a chi si sente "volenteroso" (perchè come ha detto il professore Toscano nel vecchio forum, si guadagna esperienza  )
-metterlo come prova, oppure come "extra" per il voto finale di laurea (qualcosa del tipo se uno studente inventa qualcosa di innovativo, bello e funzionante lo si premia con voti, borse di studio etc).
Ma le mie sono solo idee, in ogni caso comunque condivido la visione di johhny...
Logged

Search Button, CODE Tag, Google & Italian language are your friends! Use Them!
Pages: [1]   Go Up
Print
Jump to: