Pages: 1 ... 10 11 [12] 13 14 ... 24   Go Down
Print
Author Topic: AA 2010-2011: Quesiti a risposta aperta  (Read 82342 times)
0 Members e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
Flyer
Apprendista Forumista
**
Offline Offline

Posts: 100



« Reply #165 on: 13-06-2011, 10:10:59 »

Che roba è, un residuo di editing che ha dimenticato di cancellare? Non sono né definizioni di macro né invocazioni della macro sopra definita.
Sisi ho dimenticato di cancellarla  ok
Grazie della risposta.
Logged
R3m
Apprendista Forumista
**
Offline Offline

Gender: Male
Posts: 486



« Reply #166 on: 13-06-2011, 10:11:59 »

Comunque, Dload4 è vuoto perchè deve aspettare nel ciclo precedente la scrittura del valore di MDR nell'indirizzo di MAR.
No, è questo il punto: non occorre. La scrittura lanciata nel ciclo precedente impiega MAR durante il ciclo successivo, nella parte che precede il fronte di salita; se una microistruzione in tale ciclo sovrascrive MAR, la sovrascrittura avrà luogo dopo il fronte di salita, dunque non occorre attendere.
Quote
Forse per sistemare il Dload5 è possibile usare MAR = LV + MBR1U + 1; rd ma non sono sicuro della correttezza. Salvando il valore di MAR in Dload1, avrei sempre lo stesso problema...
Io direi che, a causa del modo in cui funziona la IFU in Mic-2, se usa "MAR = LV + MBR1U + 1; rd" legge in realtà il byte successivo a quello (precedentemente letto) che contiene l'operando dell'istruzione, dunque chissà che succede... Se invece salva il valore di MAR calcolato in Dload1, basta incrementarlo di 1 per avere l'indirizzo della seconda variabile locale su cui l'istruzione deve operare.

OPC = MAR = LV + MBR1U; rd
MAR = SP = SP + 1
TOS = MDR; wr
MAR = OPC + 1; rd
MAR = SP = SP + 1
TOS = MDR; wr; goto(MBR1)


(Non ho messo Dload1,2 ecc... volutamente)
« Last Edit: 13-06-2011, 10:13:48 by R3m » Logged

Ciò che è nostro è stato in campo sudato....ciò che vostro è stato in aula assegnato.
In serie B non sei mai stato perchè la prescrizione t'ha salvato.
AleX
Matricola
*
Offline Offline

Posts: 41


« Reply #167 on: 13-06-2011, 15:12:12 »

17 : Le istruzioni del Pentium possono raggiungere i 17 byte di lunghezza. Il Pentium è un processore VLIW? Motivare la risposta (max 5 righe).
NO.perché il pentium4 utilizza il multithreading a cui la Intel ha dato il nome di Hyperthreading.
Prof. volevo sapere se,oltre ad essere quella giusta,poteva bastare come risposta.
Logged
Giuseppe Scollo
Moderator
Forumista Eroico
*****
Offline Offline

Posts: 1.500


« Reply #168 on: 13-06-2011, 15:34:32 »

NO.perché il pentium4 utilizza il multithreading a cui la Intel ha dato il nome di Hyperthreading.
Prof. volevo sapere se,oltre ad essere quella giusta,poteva bastare come risposta.
No. Quello che lei ha scritto è vero, ma non coglie la ragione per la quale il Pentium 4 non è un processore VLIW. Per questa, veda il commento alla risposta proposta da R3m (ultimo paragrafo nel post).
Logged
AleX
Matricola
*
Offline Offline

Posts: 41


« Reply #169 on: 13-06-2011, 16:39:42 »

Indicare i principali componenti core tipicamente presenti in un processore di rete ad alte prestazioni (max 15 righe).
 testate  testate  testate qualche suggerimento o aiuto! pls! pray
Logged
Jack&Daxter
Apprendista Forumista
**
Offline Offline

Gender: Male
Posts: 398



« Reply #170 on: 13-06-2011, 17:30:56 »

Ragazzi potreste darmi le risposte a queste domande se le avete fatte?

Code:
Indicare per quali tipologie di computer sono adoperate le seguenti CPU: Pentium 4, UltraSPARC, Intel 8051 (max 5 righe).

Descrivere concisamente tre possibili applicazioni dei chip RFID (max 15 righe)

Dimostrare che ciascuno degli assiomi di idempotenza delle operazioni di reticolo è deducibile dagli altri sei assiomi equazionali di reticolo (max 5 righe).

Dimostrare che da ciascuna delle due definizioni di ordinamento in un reticolo come abbreviazione equazionale seguono riflessività, antisimmetria e transitività della relazione definita (max 5 righe).

« Last Edit: 13-06-2011, 17:42:39 by salvopuglisi » Logged
soad
Matricola
*
Offline Offline

Posts: 72


« Reply #171 on: 13-06-2011, 17:48:36 »

Code:
Scrivere una procedura in un linguaggio assemblativo, con istruzioni per la moltiplicazione, per il calcolo di n! (max 10 righe).

Avrei un piccolo problema su questa domanda.
Dato che non ricordo istruzioni per la moltiplicazione diretta avevo pensato di implentarlo tramite dei cicli.
In pratica pensavo di salvare n in due registri (SP ed H), e sommare il valore del di SP tante volte quanto H (usando un apposito registroche si decrementa ad ogni passaggio fino ad egualiare H), salvare (alla fine del ciclo) il risultato su SP mentre H viene decrementato fino ad uno che sarà la fine del programma.

spero di essere stato chiaro Wink
Logged
peppe89ct
Apprendista Forumista
**
Offline Offline

Gender: Male
Posts: 288


very normal people


« Reply #172 on: 13-06-2011, 18:25:41 »

Code:
Scrivere una procedura in un linguaggio assemblativo, con istruzioni per la moltiplicazione, per il calcolo di n! (max 10 righe).

Avrei un piccolo problema su questa domanda.
Dato che non ricordo istruzioni per la moltiplicazione diretta avevo pensato di implentarlo tramite dei cicli.
In pratica pensavo di salvare n in due registri (SP ed H), e sommare il valore del di SP tante volte quanto H (usando un apposito registroche si decrementa ad ogni passaggio fino ad egualiare H), salvare (alla fine del ciclo) il risultato su SP mentre H viene decrementato fino ad uno che sarà la fine del programma.

spero di essere stato chiaro Wink
Leggi bene la domanda.......La domanda chiede in un linguaggio assemblativo!!!!
Logged

"Real programmers always confuse Halloween and Christmas 'cause 31oct = 25dec"
pippo
Apprendista Forumista
**
Offline Offline

Posts: 150



« Reply #173 on: 13-06-2011, 18:59:14 »

Quote
Può essere utile impiegare una IFU più costosa in Mic-2, ad es. con registro di scorrimento da 12 byte invece che 6? Quale sarebbe l'eventuale vantaggio (max 10 righe)?

io penso che potrebbe essere utile utilizzare una IFU con registro di scorrimento da 12 byte(pur avendo come contro il costo maggiore),in quanto in questo modo possono essere prelevati dalla memoria più byte e quindi sarebbe una sorta di vantaggio proprio perchè si eviterebbero successivi accesi alla memoria che richiederebbero più tempo e risulterebbero quindi un "contro".
Logged
m3l0
Matricola
*
Offline Offline

Posts: 74



« Reply #174 on: 13-06-2011, 19:09:01 »

Secondo me è corretta la parte 4.4.4, perchè aumentando l'IFU il costo sarebbe maggiore rispetto al guadagno ottenuto riducendo la memoria di controllo, perchè un IFU più grande permette di eliminare un ciclo del microprogramma
Logged
Giuseppe Scollo
Moderator
Forumista Eroico
*****
Offline Offline

Posts: 1.500


« Reply #175 on: 13-06-2011, 20:36:44 »

Indicare i principali componenti core tipicamente presenti in un processore di rete ad alte prestazioni (max 15 righe).
 testate  testate  testate qualche suggerimento o aiuto! pls! pray
Tanenbaum 5a Ed. italiana, sez. 8.2.1, Figura 8.15.
Logged
Giuseppe Scollo
Moderator
Forumista Eroico
*****
Offline Offline

Posts: 1.500


« Reply #176 on: 13-06-2011, 20:47:29 »

Dato che non ricordo istruzioni per la moltiplicazione diretta avevo pensato di implentarlo tramite dei cicli.
Così però svolge un altro esercizio, e non è detto che 10 righe siano sufficienti. Se vuole usare un'estensione di IJVM come linguaggio assemblativo, può assumere che sintassi e semantica dell'istruzione per la moltiplicazione in tale estensione siano consistenti con quella di altre operazioni aritmetiche sugli interi, ad es. IMUL (similmente a IADD o ISUB) ha i due operandi nelle due posizioni più alte occupate nello stack degli operandi, e li rimuove dallo stack per poi aggiungervi in cima il risultato della moltiplicazione.
Logged
Giuseppe Scollo
Moderator
Forumista Eroico
*****
Offline Offline

Posts: 1.500


« Reply #177 on: 13-06-2011, 20:58:12 »

Quote
Può essere utile impiegare una IFU più costosa in Mic-2, ad es. con registro di scorrimento da 12 byte invece che 6? Quale sarebbe l'eventuale vantaggio (max 10 righe)?

io penso che potrebbe essere utile utilizzare una IFU con registro di scorrimento da 12 byte(pur avendo come contro il costo maggiore),in quanto in questo modo possono essere prelevati dalla memoria più byte e quindi sarebbe una sorta di vantaggio proprio perchè si eviterebbero successivi accesi alla memoria che richiederebbero più tempo e risulterebbero quindi un "contro".
La risposta è molto oscura: perché mai successivi prelievi di byte di codice dalla memoria dovrebbero richiedere più tempo di quello che richiedono per il prefetch da parte della IFU? veda piuttosto la risposta valida data da peppe89ct.
Logged
Giuseppe Scollo
Moderator
Forumista Eroico
*****
Offline Offline

Posts: 1.500


« Reply #178 on: 13-06-2011, 21:05:17 »

un IFU più grande permette di eliminare un ciclo del microprogramma
Non conta quanto sia grande la IFU, purché il registro di scorrimento non sia troppo piccolo, conta il fatto che esegue il prefetch in parallelo con le micro-operazioni del percorso dati principale. Questo permette di eliminare (almeno) un ciclo del microprogramma per ciascuna istruzione IJVM interpretata.
Logged
fabio_bm
Apprendista Forumista
**
Offline Offline

Posts: 108


« Reply #179 on: 16-06-2011, 17:22:12 »

Il testo originale specifica il bit di flag A del Pentium 4 come "carry out of bit 3"; se questo fosse il "riporto oltre il terzo bit", sarebbe poco utile alla somma BCD. Perché (max 10 righe)?


Nella somma BCD sono considerati validi i valori numerici compresi tra 0 e 9, e se  il bit di flag A del Pentium 4 fosse il riporto oltre il terzo bit, potremmo già uscire dal range di valori permessi con 3 bit, senza avere un riporto.
Logged
Pages: 1 ... 10 11 [12] 13 14 ... 24   Go Up
Print
Jump to: