Pages: 1 [2]   Go Down
Print
Author Topic: Esercizio  (Read 2592 times)
0 Members e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
nymphaea_249
Matricola
*
Offline Offline

Gender: Female
Posts: 73



« Reply #15 on: 03-10-2011, 11:06:03 »

giusto ragazzi,scusatemi 
Logged

Everything will be okay in the end. If it's not okay, it's not the end.
ottobit
Apprendista Forumista
**
Offline Offline

Gender: Male
Posts: 186


!nope!


« Reply #16 on: 03-10-2011, 11:07:14 »

Ho trovato anche per le campane, in pratica hanno degli armonici particolari a quanto pare, nella directory di audiofx c'è un esempio chiamato bell.lyt che si può visionare!!!


ragazzi ma invece, per quanto riguarda la modifica della frequenza di una forma d'onda: ok, si può sparare in input un inviluppo, un'altra sinusoide a bassa frequenza e in questo modo si cambia il pitch. ma se, come nel caso di un chorus, volessimo mantenere il suo dry originale e far processare il segnale in parallelo, dovremmo probabilmente utilizzare il tool di modifica di frequenza. ma quest'ultimo, è fisso!!!! non accetta input "variabili", come lfo del caso...


come si implementa quindi un chorus?

Ho implementato l'effetto chorus inserendo l'LFO nell'input di controllo del DELAY..
Logged
Nyconator
Apprendista Forumista
**
Offline Offline

Posts: 130


« Reply #17 on: 03-10-2011, 11:22:51 »

Non riuscivo a capire quale fossero, in termini di Audio FX, le differenze tra chorus, flanger e phaser. A quanto pare in audio fx sono equivalenti tra loro, proprio perchè è impossibile agire sul rate del pitch (come nel caso del flanger e del chorus che differiscono proprio in questo dal phaser)...

correggetemi se sbaglio pls!
Logged
nymphaea_249
Matricola
*
Offline Offline

Gender: Female
Posts: 73



« Reply #18 on: 03-10-2011, 11:32:30 »

ormai che ci siamo...voi come avete implementato il tremolo e il vibrato?
Logged

Everything will be okay in the end. If it's not okay, it's not the end.
Nyconator
Apprendista Forumista
**
Offline Offline

Posts: 130


« Reply #19 on: 03-10-2011, 11:40:52 »

per il tremolo non ho avuto problemi, basta "moltiplicare" un lfo ad una forma d'onda, è facile poi lavorare in parallelo (splittando e mixando nei dovuti punti).

per quanto riguarda invece un vibrato, dato che si agisce sul pitch (e quindi sulla frequenza), non saprei come lavorare in parallelo. il segnale in questo modo va "distrutto" con l'effetto, non esiste più la sua controparte asciutta, ma immagino non debba andare in questo modo...

che ne pensi nymphea?

cmq io fra un po' scendo al dmi, altrimenti non riuscirò a parcheggiare
Logged
ottobit
Apprendista Forumista
**
Offline Offline

Gender: Male
Posts: 186


!nope!


« Reply #20 on: 03-10-2011, 14:17:53 »

Nyconator hai ragione quando parli dell'impossibilità di modulazione di frequenza d'onda mantenendo intatto il concetto di effetto.
E' lo stesso problema che ho avuto io quando ho dovuto implementare il chorus,e mi sono rifatto totalmente alle slides.
Spero non sia troppo tardi comunque per un "in bocca al lupo" a tutti.  ok
Logged
Pages: 1 [2]   Go Up
Print
Jump to: