Pages: [1]   Go Down
Print
Author Topic: Mi aiutereste a pensare questo esercizio??  (Read 792 times)
0 Members e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
Daréios89
Forumista Eroico
*****
Offline Offline

Gender: Male
Posts: 2.679


La musica è la forma d'arte suprema.


« on: 22-02-2009, 15:39:30 »

Ricordo una prova in itinere dove vi era un esercizio che diceva di controllare su un'array frastagliato se esistesse una stringa contenente la sottostringa "xyz", mi sembra che si potevano usare solo due metodi tra cui charAt e l'altro non ricordo, mi sapresta dare un suggerimento su come "pensare almeno" questo esercizio???
Logged

"Utilizzare sempre de l'Hôpital.....è come andare a caccia di farfalle con un bazooka".
KingDavid
Forumista
***
Offline Offline

Posts: 788


Alla fine [...] tutta la realtà è binaria.


« Reply #1 on: 22-02-2009, 15:49:30 »

La prima cosa per pensare ogni esercizio è banale: visualizzarlo!!!
Cioè disegnati un bell'array frastagliato su carta di stringhe e poi studia su quel disegno come potresti fare a risolvere il problema in base alle tue conoscenze (che certamente sono sufficienti).

 
Logged

Basti pensare che un ipotetico quadrato di specchi, lungo 200 chilometri per ogni lato, potrebbe produrre tutta l'energia necessaria all'intero pianeta.
(Carlo Rubbia)
Daréios89
Forumista Eroico
*****
Offline Offline

Gender: Male
Posts: 2.679


La musica è la forma d'arte suprema.


« Reply #2 on: 22-02-2009, 16:44:12 »

Bè al momento sto lavorando su un altro però ne farò tesoro...grazie pray
Logged

"Utilizzare sempre de l'Hôpital.....è come andare a caccia di farfalle con un bazooka".
KingDavid
Forumista
***
Offline Offline

Posts: 788


Alla fine [...] tutta la realtà è binaria.


« Reply #3 on: 23-02-2009, 00:49:22 »

e sopratutto... non avere fretta... ho fatto parecchi errori a causa di questo aiutando atrix0ne. Questo lo ripeto pure a me stesso.  univ
Logged

Basti pensare che un ipotetico quadrato di specchi, lungo 200 chilometri per ogni lato, potrebbe produrre tutta l'energia necessaria all'intero pianeta.
(Carlo Rubbia)
Pages: [1]   Go Up
Print
Jump to: