Pages: [1]   Go Down
Print
Author Topic: Applicazione dell'analisi di fourier alle trasmissioni sui canali reali  (Read 1404 times)
0 Members e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
InTheZone
Matricola
*
Offline Offline

Posts: 40



« on: 25-02-2012, 11:25:23 »

Salve a tutti.
Nel programma del prof c'è questa voce: "Applicazione dell'analisi di fourier alle trasmissioni sui canali reali" e da quanto ho potuto sapere da altri colleghi una volta è uscita una domanda del tipo: come si applica l'analisi di fourier alle trasmissioni sui canali reali?

Ora la risposta quale sarebbe?
1)Il fatto che un segnale è la somma di + sinusoidi e questo lo sappiamo grazie a fourier?

2)Dal fatto che dai valori degli indici an e bn si può ricavare lo spettro del segnale, ovvero l'influenza che le varie armoniche hanno sul segnale base?

3)Il perchè moduliamo?

4) L'esempio con la linea telefonica quando trasmettiamo 80 armoniche?

Grazie in anticipo!
 
Logged
alex180788
Apprendista Forumista
**
Offline Offline

Gender: Male
Posts: 422


« Reply #1 on: 22-03-2012, 10:14:01 »

fourier ti dice che puoi "sommare" i segnali (quindi le informazioni) ottenendo un segnale modulato (= adatto ad essere trasportato sul canale) e che poi a destinazione puoi ricostruire i segnali iniziali...... ragionando su questo arriverai alla risposta che comunque andrebbe formulata in maniera abbastanza completa facendo prima una analisi sul generico sistema di comunicazione e poi considerandone i difetti riesci a intuire come fourier puo' essere utile per trasportare le informazioni...
Logged

Codice etico e di pratica professionale dello sviluppo software:
..
..
7. Colleghi. Gli sviluppatori software devono essere leali e di supporto nei confronti dei loro colleghi.
...
Pages: [1]   Go Up
Print
Jump to: