Pages: [1]   Go Down
Print
Author Topic: Abolita tesi triennale a Palermo  (Read 1138 times)
0 Members e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
mario.nolassi
Guest
« on: 21-11-2012, 16:51:27 »

Sarei curioso di sapere cosa ne pensano gli studenti che si stanno per laureare e quelli che l'hanno fatto da poco...

http://palermo.blogsicilia.it/palermo-universita-abolita-tesi-di-laure-per-corsi-triennali/109943/


Logged
ɹǝǝuıƃuǝsɹǝʌǝɹ
Administrator
God of the Forum
*****
Offline Offline

Gender: Male
Posts: 4.472


Più grande è la lotta, e più è glorioso il trionfo


WWW
« Reply #1 on: 21-11-2012, 17:29:33 »

Grazie per l'articolo, molto interessante.

Vedo che l'Università degli Studi di Palermo era già parecchio diversa dalla nostra: non sapevo che non si tenesse conto dei differenti CFU delle materie, calcolando la media (che quindi non era pesata).

E molto interessante è il software anti-plaggio, dentro cui avrei piacere di dare un occhiata .

Anche se sono già laureato triennale, non ho sentito tutto questa importanza nel fare la tesi: era la procedura, ok.
Tra l'altro (ma potrei sbagliarmi sul conto delle attuali lauree), nessuno, da noi, è obbligato a presentare una tesi. Se non sbaglio, ci si può laureare con il solo voto base della media artimetica ponderata (eventualmente aumentati dei singoli bonus per le lodi), ma ovviamente senza il virogoso contributo dei punti centodecimali assegnati per la tesi  .

Certo, se uno volesse aumentare di punteggio per arrivare al massimo dei voti, probabilmente si sentirebbe una certa fastidiosa nostalgia rispetto alle prove di valutazione degli esami di maturità (test scritto a risposte aperte e/o elaborato lungo al max 30 cartelle... -cartelle??? e che sono? pray).

Per adesso, propendo ancora per la possibilità di far fare la tesi agli studenti dei corsi di laurea triennale boh...
Logged

La grande marcia della distruzione mentale proseguirà. Tutto verrà negato. Tutto diventerà un credo. È un atteggiamento ragionevole negare l'esistenza delle pietre sulla strada; sarà un dogma religioso affermarla. È una tesi razionale pensare di vivere tutti in un sogno; sarà un esempio di saggezza mistica affermare che siamo tutti svegli. Accenderemo fuochi per testimoniare che due più due fa quattro. Sguaineremo spade per dimostrare che le foglie sono verdi in estate. Non ci resterà quindi che difendere non solo le incredibili virtù e saggezze della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile: questo immenso, impossibile universo che ci guarda dritto negli occhi. Combatteremo per i prodigi visibili come se fossero invisibili. Guarderemo l'erba e i cieli impossibili con uno strano coraggio. Saremo tra coloro che hanno visto eppure hanno creduto.

In tutto, amare e servire.

  
                            ن                           
I can deal with ads,
I can deal with buffer,
but when ads buffer
I suffer...

...nutrimi, o Signore, "con il pane delle lacrime; dammi, nelle lacrime, copiosa bevanda...

   YouTube 9GAG    anobii  S  Steam T.B.o.I. Wiki [univ] Lezioni private  ʼ  Albo d'Ateneo Unicode 3.0.1
Usa "Search" prima di aprire un post - Scrivi sempre nella sezione giusta - Non spammare - Rispetta gli altri utenti - E ricorda di seguire il Regolamento
LtWorf
Forumista Esperto
****
Offline Offline

Posts: 1.079

Ogni cosa da me scritta è da intendersi come opinione personale e non come dato di fatto. Anche le eventuali dimostrazioni matematiche da me scritte saranno opinioni personali e quindi dovranno venire dimostrate da una terza parte di fiducia


WWW
« Reply #2 on: 22-11-2012, 11:30:30 »

Se la tesi è nel piano di studi e ti da dei crediti formativi, sono certamente necessari per laurearti.
Logged

There are some OO programming languages. I will create the first -_-' language.

LtWorf
Vivynz
Forumista Eroico
*****
Offline Offline

Gender: Female
Posts: 2.033


File reality.sys corrupted, Reboot Universe? Y/N


« Reply #3 on: 22-11-2012, 15:14:44 »

Se la tesi è nel piano di studi e ti da dei crediti formativi, sono certamente necessari per laurearti.
Concordo!
Comunque per quel che mi riguarda l'avrei evitata volentieri, anzi in realtà avrei evitato direttamente la triennale se fosse esistita ancora la laurea a ciclo unico Wink
Logged

L'odrine delle lttere dnetro una praorla non è ipmortatne, la sloa cosa ipmortatne è che la pmria e l'utlima ltteera sinao nel potso giutso. Il rseto può essree in un dsiodrine più totlae e voi ptoerte smerpe lggeree sneza porblmea.
turì
Apprendista Forumista
**
Offline Offline

Posts: 275



« Reply #4 on: 22-11-2012, 16:32:02 »

c'è da fare una premessa: la riforma dell'università che ha cancellato la quinquennale scomponendola in 3+2 secondo me è stata una buffonata. solo i 5 possono dare una certa preparazione per il futuro del neolaureato. detto questo anche per me
che mi sono laureato proprio la sessione di questo mese si è trattata di una formalità. il ragionamento di togliere la tesi dopo i 3 anni ci può stare, in questo modo si parla di tesi solo dopo la specialistica, che completa i famosi 5 anni.
Logged
N3tK|ng
Matricola
*
Offline Offline

Gender: Male
Posts: 68


Follow the white rabbit


WWW
« Reply #5 on: 27-11-2012, 12:49:22 »

La cartella in editoria è l'unità di misura della quantità di testo.
Una cartella equivale a una pagina di 30 righe x 60 colonne di testo, pari cioè a 1800 caratteri.

Ora, non per sminuire le lauree triennali, sulle quali il mio parere è che siano solo un buon "antipasto" che necessariamente va completato con la specialistica.. però se si ritiene che non ci sia nemmeno bisogno di un elaborato finale che mostri attitudini, preferenze e competenze specifiche, tanto vale mettere un lettore di badge all'ingresso dei dipartimenti su cui strisciare la carta Nectar Auchan e a fine anno far valere punti e punticini, bonus e coupon, e magari il giorno della proclamazione regalare al candidato pure una bella batteria di pentole.
Logged

S. Columba
Laplacian
Apprendista Forumista
**
Offline Offline

Gender: Male
Posts: 160



« Reply #6 on: 27-11-2012, 18:39:31 »

Secondo me lasciare la triennale ed eliminare l'elaborato finale non ha senso. Da tempo mi piacerebbe che le università (almeno quelle) siciliane pensassero alla proposta di far scegliere allo studente del terzo anno se continuare o meno. In questo modo se voglio continuare non devo per forza laurearmi e fare la tesi (che poi non ha senso usare questa parola quando i concorsi e i bandi prevedono "solo" laureati magistrali o a ciclo unico), mi laureo direttamente dopo i cinque anni. Se voglio finire e uscire dall'università per andare a lavorare faccio i tre anni, faccio la tesi e me ne esco.
La complessità sta tutta, a questo punto, nella gestione del fatto che ogni studente può avere una carriera diversa. Che sarà mai...
Logged

A man's dreams are an index to his greatness.
Pages: [1]   Go Up
Print
Jump to: