Pages: [1]   Go Down
Print
Author Topic: La Cina sceglie Ubuntu Linux per spingere innovazione e sviluppo  (Read 405 times)
0 Members e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
Shin
Forumista
***
Offline Offline

Gender: Male
Posts: 822

Io sono ciò che sono per ciò che siamo tutti


WWW
« on: 27-03-2013, 08:44:57 »

Il governo di Pechino ha scelto la popolare distribuzione open source della Canonical come architettura di riferimento per i sistemi operativi nel paese. Un sistema operativo "di Stato", con relativo ecosistema software, per perseguire il disegno di un'autonomia tecnologica in un paese da 1,3 miliardi di persone dove il 90 per cento usa Microsoft Windows:

http://www.repubblica.it/tecnologia/2013/03/26/news/linux_ubuntu_cina-55388290/
Logged

"Il peggiore analfabeta è l’analfabeta politico. Egli non sente, non parla, nè s’importa degli avvenimenti politici. Egli non sa che il costo della vita, il prezzo dei fagioli, del pesce, della farina, dell’affitto, delle scarpe e delle medicine dipendono dalle decisioni politiche.

L’analfabeta politico è così somaro che si vanta e si gonfia il petto dicendo che odia la politica.

Non sa, l’imbecille, che dalla sua ignoranza politica nasce la prostituta, il bambino abbandonato, l’assaltante, il peggiore di tutti i banditi,
che è il politico imbroglione, il mafioso corrotto, il lacchè delle imprese nazionali e multinazionali."

(Bertolt Brecht)

Collettivo SDAI: collettivosdai.altervista.org, facebook.
Movimento Studentesco Catanese: www.movimentostudentesco.org

https://github.com/ShinDarth
http://shinworld.altervista.org
http://www.openprogrammers.it

LinuxMint user.
Pages: [1]   Go Up
Print
Jump to: