Pages: [1]   Go Down
Print
Author Topic: informazioni personali, auguri, proposte di lettura  (Read 1362 times)
0 Members e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
Giuseppe Scollo
docente
Forumista Eroico
****
Offline Offline

Posts: 1.534


« on: 23-12-2015, 18:40:01 »

Come molti dei frequentatori di questa piazza dal nome antico già sanno, sono attualmente fuori sede e conto di restarci per alcuni mesi ancora. Sono molto attivamente impegnato nella soluzione di un problema di salute personale, serio ma non grave. La prognosi è delle migliori e le prime fasi della terapia procedono molto bene, sono dunque assolutamente tranquillo sul buon esito finale e anche ottimista sulle possibilità di dare, nonostante la distanza, contributi parziali ma significativi  all'adempimento dei miei compiti didattici istituzionali nell'imminente nuovo anno, che di necessità potranno essere assolti in pieno soltanto grazie alla collaborazione di altri docenti, collaboratori, tecnici e degli studenti. I dettagli delle forme in cui spero di realizzare tali contributi saranno precisati nelle sezioni dei rispettivi insegnamenti, quando saranno disponibili le informazioni necessarie a definirli, valutarli e deciderli.

Questa comunicazione vuole soltanto presentare i miei auguri di feste serene e di gioiose  soddisfazioni nel nuovo anno agli studenti e a tutto il personale del DMI, e offrire, a mo' di strenna natalizia, una breve lista di letture che ho indicato ai colleghi docenti, per la sola ragione che mi stanno appassionando in questo frangente e che personalmente  trovo bellissime, illuminanti e stimolanti alla ricerca di coincidenze di bello, vero e buono. Questi libri non sono particolarmente orientati all'informatica, semmai hanno nelle scienze, naturali ed esatte, l'area d'interesse più ampia, tuttavia non ne sono affatto tagliate fuori le scienze storiche, la filosofia, né letteratura, cinema... Eccole qui, prive di collegamenti ipertestuali perché preferisco lasciarne a ciascuno la ricerca in rete attraverso i propri strumenti preferiti, ma dotate di brevi annotazioni, personali o tratte da altre fonti (citate) e che condivido. Buon divertimento!
____________________________________

Carlo Rovelli, Che cos'è la scienza. La rivoluzione di Anassimandro.
Mondadori (2012; 1a ed. Oscar saggi: 2014).

«La nostra conoscenza, come la Terra, è sospesa sul nulla. La provvisorietà e il vuoto che ne derivano non rendono la vita più insensata, la rendono più preziosa.
  Dove porti quest'avventura, non lo sappiamo, ma il pensiero scientifico, nel senso di revisione critica del sapere convenzionale, apertura verso la possibilità di ribellarsi a ogni credenza forte, capacità di esplorare nuove visioni del mondo e crearne di più efficaci, rappresenta un capitolo maggiore nella lenta evoluzione della storia della civiltà umana. È un capitolo che si apre con Anassimandro e in cui siamo ancora immersi, curiosi di vedere dove stiamo andando.» (C. Rovelli, conclusione dello stesso libro).

Lucio Russo, La rivoluzione dimenticata. Il pensiero scientifico greco e la scienza moderna.
Feltrinelli (1996; 9a ed. Universale Economica Saggi: 2015).

«Un testo appassionato che raccoglie una considerevole mole di informazioni sulla scienza alessandrina e ne chiarisce la complessità e la ricchezza, alla luce della competenza scientifica dell'autore, che è matematico di formazione. Il libro mostra come la mancanza di tale competenza porti spesso all'incomprensione del contenuto e alla sottovalutazione della rilevanza della scienza antica. Un testo importante per comprendere la scienza antica.» (C. Rovelli, Indicazioni bibliografiche in "Che cos'è la scienza").

Edward Frenkel, Amore e matematica. Il cuore della realtà nascosta.
Codice Edizioni (2014; Le Scienze)

«La nostra vita quotidiana è sempre più permeata dalla matematica. Dagli acquisti su Internet ai navigatori satellitari, viviamo anche in un mondo invisibile regolato da formule e algoritmi. Eppure a questa pervasività corrisponde un timore reverenziale che non ha eguali con altri campi delle attività intellettuali umane. Memore del suo amore per la matematica sbocciato durante l’ultimo anno delle superiori in quella che era l’Unione Sovietica, Frenkel cerca di condividere questo suo sentimento con un libro che descrive il cosiddetto "programma di Langlands", una delle teorie più interessanti emerse in ambito matematico negli ultimi cinquant’anni, che collega diverse aree in apparenza distanti tra loro: algebra, teoria dei numeri, analisi, meccanica quantistica.» (Tratto dalla recensione in "Le Scienze", agosto 2014).

Carlo Rovelli, La realtà non è come ci appare.
Raffaello Cortina Editore (2014; Scienza e idee)

«Rivelare i segreti più intimi del mondo, comprendere il concetto di spazio e di tempo, scoprire da che cosa è costituita la materia, sono tematiche che impegnano la mente dell'uomo fin dalle epoche più remote.
Nel libro "La realtà non è come ci appare" di Carlo Rovelli viene proposta una esposizione diacronica delle teorie che hanno rivoluzionato il concetto e la comprensione della realtà. Un viaggio affascinante, un crescendo di scoperte e verità che vanno oltre ai calcoli matematici ed alla mera esperienza empirica. Un libro in grado di coinvolgere anche i non cultori delle materie scientifiche.» (Hélène Boccolini, commento a recensione su www.goodreads.com )
Chi è del tutto digiuno di Fisica trova in "Sette brevi lezioni di Fisica" (Adelphi, 2014, Piccola Biblioteca Adelphi), dello stesso autore, un'agile introduzione all'essenziale.

Erwin Schrödinger, Che cos'è la vita?
Adelphi (1995; 7a ed. Piccola Biblioteca Adelphi)

La geniale risposta, nel 1943, all'interrogativo nel titolo mediante un'ipotesi affascinante, ideata con metodi della fisica quantistica: la molecola del gene dev'essere un cristallo aperiodico, formato da una sequenza di elementi isomerici che costituiscono il codice ereditario del piano di sviluppo dell’organismo. Atto di nascita della biologia molecolare. L'ipotesi ispira 10 anni dopo la scoperta della struttura del DNA.

James D. Watson, con Andrew Berry, DNA. Il segreto della vita.
Adelphi (2004; 2a ed. Gli Adelphi: 2012)

Intenzione dichiarata degli autori nel progetto del libro, apparso a 50 anni dalla scoperta della struttura del DNA, era che una persona priva di qualsiasi conoscenza di biologia potesse comprendere ogni singola parola del libro. Questo però non tratta solo gli aspetti scientifici del soggetto bensì anche risvolti sociali, economici e politici tuttora di vitale attualità.

Vincenzo Manca, Infobiotics. Information in Biotic Systems.
Springer (2013; Emergence, Complexity and Computation)

Un nuovo approccio alla matematica del vivente, che rovescia quello implicito nel verso del più comune termine "bioinformatica", esplorando la biomatematica discreta nell'area comune a biologia, matematica discreta e informatica. Il libro propone una prospettiva informazionale per la comprensione dei sistemi biologici, offrendo una piana introduzione a modelli discreti di dinamiche cellulari basati sui P-sistemi (Paun) e MP-sistemi, questi ultimi concepiti dall'autore a miglior supporto di una fondamentale caratteristica del vivente, il metabolismo. Il libro fornisce anche una prima introduzione alla Infogenomica (analisi informazionale di genomi) e un utile bagaglio matematico in aree quali teoria dei numeri e grammatiche formali.
Logged
AntonioLiggieri
Matricola
*
Offline Offline

Posts: 5


WWW
« Reply #1 on: 24-12-2015, 12:02:34 »

Le auguro una pronta guarigione.
Buon natale e buon anno nuovo a tutti  
« Last Edit: 24-12-2015, 12:16:57 by AntonioLiggieri » Logged

Antonio Liggieri
Pages: [1]   Go Up
Print
Jump to: