Pages: [1]   Go Down
Print
Author Topic: Democrazia Partecipata su Facebook al Comune di Catania  (Read 43 times)
0 Members e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
longo
Matricola
*
Offline Offline

Posts: 54


« on: 07-12-2017, 09:32:05 »

Ogni anno i comuni hanno l'obbligo di decidere la destinazione della quota del 2% delle somme trasferite dalla Regione Siciliana con strumenti di democrazia partecipata. Per il comune di Catania credo si tratti di una somma attorno ai trecentomila euro. In pratica il comune presenta un elenco di progetti e finanzia quello più votato. L'anno scorso questo è stato lo strumento che il comune subdolamente ha usato per scipparci il Bastione degli Infetti, ma questa è un'altra storia. La cosa gravissima è che quest'anno la votazione si può effettuare solo tramite UNA PAGINA FACEBOOK!

Oltre a trovare discutibile che una PA si appoggi ad un servizio privato, per di più senza avere alcun accordo specifico con lo stesso e per giunta di proprietà di una azienda straniera, questa scelta esclude dalla fantomatica partecipazione tutti gli utenti che nn hanno un account facebook (da una stima approssimativa si tratta del 40% del corpo elettorale). Vi riporto la pagina dell'annuncio sul sito del comune

https://www.comune.catania.it/informazioni/avvisi/avvisi-2017/default.aspx?news=62773
Logged
ɹǝǝuıƃuǝsɹǝʌǝɹ
Administrator
God of the Forum
*****
Offline Offline

Gender: Male
Posts: 4.453


Più grande è la lotta, e più è glorioso il trionfo


WWW
« Reply #1 on: 09-12-2017, 14:43:55 »

Grazie Cristiano.

Credo ci siano gli estremi per una denuncia, perché è come se quando vado a votare, mi chiedono di esibire l'atto di iscrizione a un certo club privato, a cui io per es. non voglio essere affiliato in alcun modo.

Per chi non avesse capita la metafora, il club privato sarebbe Facebook (ma potrebbe essere qualsiasi servizio esterno a quelli strettamente dello stato...).

Se avrete voglia di denunciare, mi voglio costituire parte civile.
Logged

La grande marcia della distruzione mentale proseguirà. Tutto verrà negato. Tutto diventerà un credo. È un atteggiamento ragionevole negare l'esistenza delle pietre sulla strada; sarà un dogma religioso affermarla. È una tesi razionale pensare di vivere tutti in un sogno; sarà un esempio di saggezza mistica affermare che siamo tutti svegli. Accenderemo fuochi per testimoniare che due più due fa quattro. Sguaineremo spade per dimostrare che le foglie sono verdi in estate. Non ci resterà quindi che difendere non solo le incredibili virtù e saggezze della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile: questo immenso, impossibile universo che ci guarda dritto negli occhi. Combatteremo per i prodigi visibili come se fossero invisibili. Guarderemo l'erba e i cieli impossibili con uno strano coraggio. Saremo tra coloro che hanno visto eppure hanno creduto.

In tutto, amare e servire.

  
                            ن                           
I can deal with ads,
I can deal with buffer,
but when ads buffer
I suffer...

...nutrimi, o Signore, "con il pane delle lacrime; dammi, nelle lacrime, copiosa bevanda...

   YouTube 9GAG    anobii  S  Steam T.B.o.I. Wiki [univ] Lezioni private  ʼ  Albo d'Ateneo Unicode 3.0.1
Usa "Search" prima di aprire un post - Scrivi sempre nella sezione giusta - Non spammare - Rispetta gli altri utenti - E ricorda di seguire il Regolamento
longo
Matricola
*
Offline Offline

Posts: 54


« Reply #2 on: Yesterday at 14:57:54 »

Sto preparando un comunicato stampa

https://github.com/opendatahacklab/aaronwinstonsmith/blob/master/democraziapartecipata2017ct.txt

Logged
Pages: [1]   Go Up
Print
Jump to: