Pages: [1]   Go Down
Print
Author Topic: Relazione tra il limite e gli estremi di una successione  (Read 758 times)
0 Members e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
Zaibach
Matricola
*
Offline Offline

Posts: 72


« on: 25-01-2010, 21:17:49 »

Salve a tutti ... nel programma ufficiale della prof Cirmi c'è l'argomento come da topic ... ma rovistando sia nei miei appunti che nei libri non sono riuscito a trovare niente di analogo (apparte nel caso delle successioni monotone)...
 boh
se qualcuno sà a cosa corrisponde questa parte di teoria o ce l'ha negli appunti, e potesse postarla qui, gliene sarei eternamente grato!!  pray Saluti e grazie!!  ciao
Logged
Daréios89
Forumista Eroico
*****
Offline Offline

Gender: Male
Posts: 2.679


La musica è la forma d'arte suprema.


« Reply #1 on: 26-01-2010, 12:59:07 »

Io nel programma vedo legame tra limiti di funzioni e limiti di successioni.
Che tra l'altro nel Marcellini-Sbordone c'è se non sbaglio.
Logged

"Utilizzare sempre de l'Hôpital.....è come andare a caccia di farfalle con un bazooka".
Zaibach
Matricola
*
Offline Offline

Posts: 72


« Reply #2 on: 26-01-2010, 18:57:09 »

No no quella è un altra cosa... io intendo proprio "Relazione tra il limite e gli estremi di una successione" che è proprio a metà della sezione "Successioni numeriche" del programma della prof Cirmi... grazie lo stesso del tentavivo  
« Last Edit: 26-01-2010, 19:00:49 by Zaibach » Logged
Pages: [1]   Go Up
Print
Jump to: