Pages: [1]   Go Down
Print
Author Topic: Dubbio sommatorie  (Read 900 times)
0 Members e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
Alex_47
Apprendista Forumista
**
Offline Offline

Gender: Male
Posts: 409


The spiral's King


« on: 06-03-2010, 20:30:48 »

Ragazzi , non capisco perchè quando facciamo una sommatoria e poniamo come limite superiore un logaritmo del tipo log(base 3 di n) , subito dopo l'esercizio lo porta a infinito.

Potreste spiegarmi questo procedimento??
Logged
KingDavid
Forumista
***
Offline Offline

Posts: 788


Alla fine [...] tutta la realtà è binaria.


« Reply #1 on: 07-03-2010, 18:32:13 »

Ragazzi , non capisco perchè quando facciamo una sommatoria e poniamo come limite superiore un logaritmo del tipo log(base 3 di n) , subito dopo l'esercizio lo porta a infinito.

Potreste spiegarmi questo procedimento??

C'è da dire che hai dato pochissimi dettagli.

Comunque, solitamente invece di una sommatoria di un numero finito di "elementi" viene utilizzata una sommatoria di un numero infinito di elementi perchè il risultato (di molte sommatorie con un numero infinito di elementi) è noto. Ovviamente tale risultato, in tale caso, è sicuramente più grande di quello "reale", tuttavia può aiutarti a capire il comportamento asintotico se stai analizzando il tempo di esecuzione ad esempio di una funzione.

Logged

Basti pensare che un ipotetico quadrato di specchi, lungo 200 chilometri per ogni lato, potrebbe produrre tutta l'energia necessaria all'intero pianeta.
(Carlo Rubbia)
cock86
Forumista Eroico
*****
Offline Offline

Posts: 2.014


OM


« Reply #2 on: 07-03-2010, 21:53:13 »

Quote
Comunque, solitamente invece di una sommatoria di un numero finito di "elementi" viene utilizzata una sommatoria di un numero infinito di elementi perchè il risultato (di molte sommatorie con un numero infinito di elementi) è noto. Ovviamente tale risultato, in tale caso, è sicuramente più grande di quello "reale", tuttavia può aiutarti a capire il comportamento asintotico se stai analizzando il tempo di esecuzione ad esempio di una funzione.
in pratica maggioriamo la nostra sommatoria, ricordandoci che stiamo facendo un calcolo asintotico, e cerchiamo di ricondurci ad un caso noto.
Se hai il libro nell'appendice A (mi sembra al punto 6), è spiegato abbastanza bene.
Spero comunque di averti integrato a sufficienza la risposta di KingDavid che era già esaustiva.
Logged

Un "buon informatico" trova una soluzione ad ogni tipo di problema. Un "ottimo informatico" trova la soluzione più efficiente ad ogni tipo di problema! Non stancatevi di migliorare la vostra soluzione!
Pages: [1]   Go Up
Print
Jump to: